Tendenze attuali

Nel 2016 il valore degli acquisti di prodotti agroalimentari da agricoltura biologica è stato stimato in 7,147 miliardi di euro:

–  Ai consumi delle famiglie corrispondono 6.736 miliardi (+21,7% nel 2015).

–  411 milioni di euro di acquisti di prodotti biologici serviti nel settore della ristorazione, di cui: 229 milioni di euro nella ristorazione collettiva (+5% nel 2015) e 182 milioni di euro nella ristorazione commerciale (+ 10% nel 2015).

 

Altre considerazioni:

–  Il 71% dei prodotti biologici consumati in Francia proviene dalla Francia.

–  Tra i prodotti importati, il 15 per cento proviene da paesi dell’Unione europea e dall’altra parte del mondo.

–  Il 43% delle importazioni riguarda prodotti esotici (banane, cacao, caffè, ecc.) o puramente mediterranei (olive, agrumi, ecc.), per i quali la produzione francese è scarsa o inesistente.

 

Il dettaglio dei ricavi per canale distributivo è il seguente:

I canali distributivi utilizzati

The used distribution channels

Dal 2011, la crescita organica delle vendite nei supermercati è stata relativamente più debole rispetto ad altri canali di distribuzione. Nel 2016, l’importanza di sviluppare le vendite di prodotti ortofrutticoli in questo circuito ha contribuito a mantenere la quota di mercato a quasi il 45% rispetto alla distribuzione biologica specializzata (37%), alle vendite dirette dal produttore al consumatore (13%) e all’artigianato o al commercio (5%).

La distribuzione di prodotti biologici specializzati continua ad essere il circuito più dinamico con un tasso di crescita di quasi il 24% grazie all’apertura di nuovi negozi, ma anche all’aumento del paniere medio.

La crescita delle vendite dirette è stata leggermente più lenta (+15%) a causa delle sfavorevoli condizioni climatiche per la produzione del 2016 e della forte domanda di canali di commercializzazione lunghi.

 

Altri link di interesse:

Il mercato dei vini biologici in Francia